Scacchiera Judit Polgar Deluxe (campo 55 mm)

119,00 (iva inc.)

Gioca con la Scacchiera di Judit Polgar! Bella pratica, Dimensioni del campo da torneo 55×55 mm, adatto a un set di figure degli scacchi da 95 mm

Descrizione

Questa bellissima scacchiera è stata accuratamente selezionata da Judit Polgar, la migliore giocatrice di scacchi al mondo di tutti i tempi. La scacchiera è realizzata in acero (campi chiari) e legno di Cassia Siamea (campi scuri). Dimensioni del campo da torneo 55×55 mm, adatto a un set di figure degli scacchi da 95 mm. Noi ti consigliamo di abbinarlo ali pezzi firmati da Judit Polgar CHCA23 non sono inclusi nella presente confezione.

NB: il presente articolo comprende la sola scacchiera. I pezzi degli scacchi di Judit Polgar devono essere ordinate separatamente.

 

Judit Polgár, una delle giocatrici di scacchi più straordinarie della storia, ha lasciato un segno indelebile nel mondo degli scacchi con le sue vittorie epiche e la sua incredibile abilità. Nel corso della sua carriera, ha sconfitto molti campioni titolati, tra cui Garri Kasparov, Veselin Topalov, Vladimir Kramnik, Anatolij Karpov, Viswanathan Anand e Magnus Carlsen. La sua straordinaria bravura si è manifestata fin dall’infanzia. A soli 10 anni, ha sconfitto il Maestro Internazionale Dolfi Drimer, mentre a 11 anni ha superato il Grande Maestro Vladimir Kovacevic.

Nel 2003, al torneo di Wijk aan Zee, ha ottenuto un impressionante secondo posto assoluto senza subire sconfitte, arrivando mezzo punto sotto Viswanathan Anand e un punto sopra Vladimir Kramnik. Nel 2005, dopo una breve pausa dovuta alla maternità, ha partecipato ai tornei Corus di Wijk aan Zee e Sofia, in Bulgaria, raggiungendo il terzo posto. È stata anche la prima donna al mondo a partecipare al torneo dei candidati, anche se non è riuscita a qualificarsi. Nel luglio 2005, ha raggiunto il suo massimo punteggio Elo di 2.735 punti, classificandosi ottava al mondo.

Dopo un periodo di pausa dovuto alla nascita del suo secondo figlio, nel 2006 è tornata in grande stile vincendo a pari merito il Torneo quadrangolare Essent a Hoogeveen, nei Paesi Bassi, battendo due volte Veselin Topalov. Nel 2007 ha partecipato nuovamente al torneo dei candidati, ma è stata eliminata da Evgenij Bareev. Nel gennaio 2009, si trovava al 36º posto nella classifica FIDE con un punteggio di 2.693 punti.

Già prima di compiere 13 anni, Polgár era entrata nella classifica dei primi 100 giocatori migliori del mondo, un’impresa straordinaria che ha attirato l’attenzione degli appassionati di scacchi di tutto il mondo. Il British Chess Magazine ha elogiato i suoi risultati, paragonandoli a quelli di Fischer e Kasparov ottenuti alla stessa età.

Il Grande Maestro inglese Nigel Short l’ha definita “una delle tre o quattro meraviglie della storia degli scacchi”. Tuttavia, nonostante il suo talento straordinario, Polgár ha dovuto affrontare pregiudizi di genere nel mondo degli scacchi. Nel 1989, Garri Kasparov aveva dichiarato che “non c’erano limiti intrinseci alle capacità delle donne negli scacchi”, ma in seguito ha cambiato idea dopo aver perso una partita contro la Polgár nel 2002, riconoscendo il suo talento e la sua forza mentale.

In definitiva, Judit Polgár ha dimostrato di essere una vera e propria leggenda degli scacchi, con le sue vittorie straordinarie e il suo impatto duraturo sul mondo degli scacchi. Il suo talento, la sua determinazione e la sua resilienza continueranno a ispirare gli appassionati di scacchi di tutte le generazioni.